Paris Fashion Week: Christian Dior

Christian Dior, due giorni fa, ha calcato la passerella della Paris Fashion Week 2013, proponendoci la sua nuova collezione per l’autunno-inverno 2013/2014. La griffe francese, dopo essere rimasta orfana di John Galliano, sembra aver ritrovato l’eleganza e la classicità intramontabile delle origini con Raf Simons.

Lo stilista belga, con l’ultima sfilata per Jil Sander, era addirittura riuscito a far commuovere Anna Wintour! Ormai solida guida della maison, Raf Simons ha inaugurato una nuova e trionfale era per Christian Dior, attraverso uno stile bon ton e raffinato, minimal ma sorprendente, geometrico nelle forme e nelle stampe.

Stavolta Simons ha allestito la passerella con giganti sfere a specchio, un riferimento immediato al mondo onirico e pittorico dell’arte di Magritte e alle sue nuvole, che riflettono e riproducono gli abiti con un forte impatto visivo.

In attesa del fashion show da guardare in streaming, Dior cerca di estasiare e far rilassare il proprio pubblico, compreso me, con una playlist incredibilmente onirica che per un attimo, mi fa dimenticare di essere seduto davanti al mio pc.

Nel momento in cui la prima modella fa il suo ingresso in passerella, torno con la mente alla PFW e mi godo lo spettacolo. Raf Simons sceglie di mostrare il suo lavoro tra sfere giganti, attorno alle quali orbitano giornalisti e buyers.

Raf Simons ha allestito la passerella con giganti sfere a specchio, un mondo onirico che ci riporta alla pittura e al mondo dell’arte di Magritte e alle sue nuvole, che riflettono e riproducono gli abiti con un forte impatto visivo.

L’ispirazione della collezione guarda appunto al surrealismo e alla pop art, non manca l’influenza di artisti come Dalì e Andy Warhol e negli abiti e negli accessori incorpora disegni dell’artista pop: scarpe e farfalle che vengono drappeggiati delicatamente.

Subito si percepisce che il richiamo al passato della maison è molto vivo, perché il designer ha tirato fuori dal cilindro, proprio come fa un prestigiatore, un capo iconico ed assolutamente super femminile come il tailleur Bar. Quasi austeri alcuni capi spalla che ricordano le redingote e di gusto romantico i cappotti corti.

Non mancano le balze tanto care a Christian Dior, che ritroviamo sulle gonne asimmetriche con sbuffo laterale, ma anche sugli abiti da cocktail che mettono in evidenzia il punto vita. Essenzialità anche nell’utilizzo dei colori: nero, grigio, bianco e quel rosa che riesce a illuminare le nuance con cui si lega.

Ha sfilato sulle passerelle della Paris Fashion Week la collezione autunno – inverno 2013/2014 di Christian Dior che porta la firma stilistica di Raf Simons, nel front row Marion Cotillard, Olivia Palermo e Natalia Vodianova.

Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments