Milan Fashion Week: Gucci

“Black is Black” e non solo per il defilè Gucci Fall Winter 2013/14. Tagli rigorosi per una collezione all’insegna del mistero, dei contrasti e di una sensualità inquietante. Ed è cosi che Frida Giannini sorprende ed incanta alle prese con una donna che si nasconde e che trae la sua forza proprio dal lasciare apparire solo ciò che vuole, dalle gonne sotto il ginocchio all’uso generoso della pelle, soprattutto di serpente ai cappotti sagomati come bustier alle max stampe pied de poule è tutto un susseguirsi di temi e di toni forti, drammatici, importanti. Ma è nella sera che Gucci ci stupisce di più con i suoi lunghi abiti adorni di piume, quasi scolpite sulla silhouette e con i suoi preziosissimi pantaloni trasparenti.

Si aprono le danze sul palcoscenico milanese della moda. Inizia Gucci, lo storico marchio fiorentino che per il prossimo inverno presenta una donna forte, indipendente, coraggiosa e a tratti rock. La sfilata inizia con il classico quarto d’ora di ritardo, ma poco importa: la collezione disegnata da Frida Giannini è sensuale, femminile e capace di lasciare tutti a bocca aperta.

L’immagine della donna Gucci appare immediata grazie alla ricchezza di contrasti e dettagli di fantasie festish. Ecco quindi uscire in passerella delle modelle con indosso tailleur formati da gonne a tubo e giacche a mantella a cui si alternano gubbini strettissimi di rettile.

Predominano i colori scuri sfumati a tratti da tocchi di arancione vivace o fucsia. Il mood di tutti i capi della linea è forte, quasi aggressivo, ma comunque femminile. Per una donna che affronta la vita con uno stile impeccabile senza lasciarsi intimorire da niente e nessuno, messo ancora più in evidenza dall’utilizzo della pelle che dà un’allure “da dura”, intrigante e sensuale.

Gli abiti sottolineano una silhouette magrissima con le maniche lunghe, su cui si mostrano tubini dalle spalle nude, gonne strettissime lunghe fino a sotto il ginocchio, mantelle di pelo lungo e gli spencer con le maniche a tre quarti. Impossibile non notare i capispalla che si allaragano delicatamente e il punto vita rialzato, ben segnato in tutti gli outfit dalla presenza di cinture. Le forme sono perfettamente delineate e regalano un’immagine algida, austera di una darklady seducente e sicura di sè.

Mentre per quanto riguarda gli accessori i protagonisti indiscussi sono gli stivali e tacchi alti chiusi alla caviglia, da abbinare a splendide borse di pelle da portare a mano.

Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments